In questa fredda Epifania arriva il primo sigillo del nuovo anno per la Sicoma Valdiceppo che supera Pesaro e consolida il primato in classifica. Dopo la sconfitta di Lanciano contro Perugia di sabato sera, l’occasione per allungare in vetta era troppo ghiotta per farsela sfuggire. Il prepartita per i ponteggiani però non è dei più promettenti in quanto sia capitan Casuscelli che il centro Ouedraogo sono costretti a chiamarsi fuori dal match; uno per una forte forma influenzale e l’altro per un problema fisico dell’ultimo minuto. Pesaro poi si presenta al Pala Cestellini con la voglia di invertire la strisce negativa di due partite e dai primi minuti si intuisce che non sarà una sfida facile. Il primo quarto è sostanzialmente equilibrato e condizionato dai tanti liberi che dopo un inizio in sordina riportano Pesaro sul 22-20 a fine periodo. Seconda frazione che si apre con Speziali, Peychnov e Meschini che vanno a segno dalla lunga distanza e la Sicoma prova a scappare. Pesaro si affida a Vichi e Cecchini e non perde troppo contatto. All’intervallo lungo siamo sul più 10 Valdiceppo a quota 46-36.

Passo falso della Fontanavecchia in casa del C.A.P. Nola

Nuova sconfitta per la Fontanavecchia Casapulla, che nella serata di ieri si è dovuta arrendere al fanalino di coda Nola, compagine che ad inizio stagione era accreditata come una delle possibili outsiders del campionato.

Ottimo approccio al match degli uomini di coach Ventriglia, che con Nacca e Pavone mettono in crisi la retroguardia napoletana. Anche Luca Lillo entra in partita, ma l’esperto Confessore e De Sena non lasciano scappare i gialloblu, chiudendo la frazione sul 21-32.

La Fontanavecchia Casapulla affonda a Cercola. Infortuni fortemente limitanti per i gialloblu

Pesante sconfitta per la Fontanavecchia Casapulla, che nella serata di ieri si è dovuta arrendere alla Pallacanestro Cercola, team che fa del ‘Palazzetto Piccolo’ di Caravita il proprio fortino.

Out Pavone, Longobardi e Delli Paoli per infortunio, con Nacca in panchina per onor di firma, e con Olivetti non al meglio della condizione fisica, coach Monteforte ha dovuto affidarsi a molti ragazzi delle giovanili per mettere su un roster in grado di prendere parte al match.

Di big match si era parlato e la sfida tra Valdiceppo e Fossombrone non ha tradito le attese. Una gara vera giocata fino all’ultimo respiro con tantissima intensità e agonismo che ha fatto divertire il nutrito pubblico del Pala Cestellini. A passare in trasferta è stata Fossomborne che nella seconda parte di match riesce a ribaltare lo svantaggio e a mettere la testa avanti potendo poi controllare la partita con un margine minimo fino alla sirena quando la conclusione disperata per il pareggio dei padroni di casa si spegne sul ferro fermando il punteggio sul 67-70. La partita inizia come si prevedeva: ritmo altissimo, più attacco che difesa e ribaltamenti veloci. De Angelis e Cecconi Massi trovano punti nel pitturato mentre Federici comincia a punire dalla lunga distanza, dall’altro lato sono Grosso e Peychinov a scuotere i perugini fissando il puntaggio sul 17-26.

Quella che andrà in scena domani ore 18.00 al PalaCestellini di Ponte San Giovanni ha tutte le caratteristiche per essere giudicata una partita di cartello. La Sicoma infatti se la vedrà contro la seconda forza del campionato, Fossombrone, che finora ha fatto benissimo. 
Partenza molto positiva per i marchigiani che hanno infilato una lunga serie di successi assestandosi nelle posizioni di rilievo, che però hanno vissuto una battuta di arresto proprio la scorsa giornata perdendo in casa contro San Benedetto per la seconda volta quest’anno. Una squadra molto molto intensa che fa del ritmo e della versatilità dei giocatori le armi principali sia in attacco che in difesa. Casuscelli e compagni invece sono reduci da una prova convincente sul campo di Matelica dimostrando carattere e qualità anche in trasferta e contro avversari di livello e avendo raggiunto la prima piazza solitaria cercheranno di mantenere il vantaggio e non farsi raggiungere.

Altro stop per la Fontanavecchia Casapulla.

Irpinia fa suo lo scontro salvezza

Brutta sconfitta per la Fontanavecchia Casapulla, che in serata ha dovuto arrendersi ad un coriaceo Basket Club Irpinia, trascinato da un Bianco in giornata di grazia.

Dinanzi alla spettacolare cornice di pubblico offerta del ‘Palazzetto dello Sport’ di Caserta, la gara inizia sul filo dell’equilibrio: da una parte capitan Olivetti e Pavone, dall’altra Bianco e Terraglia regalano punti e spettacolo ai presenti. Il primo quarto termina 18-18.

La Valdiceppo torna dalla trasferta in terra marchigiana con due punti pesantissimi e lo fa superando una delle rivali più accreditate nei piani alti di questo campionato. Lo fa con una prova di carattere e con una presenza in campo notevole. Alla palla due i ponteggiani devono rinunciare al bomber Meschini, assente per motivi lavorativi, una grave perdita considerando l’apporto dato alla squadra finora da Umberto. Matelica invece può contare su tutti gli effettivi e parte forte pescando M’baye nel pitturato e affidandosi all’estro di Boffini, il più ispirato dei suoi nella prima frazione di match. Dall’altro lato qualche palla persa banale e scarsa precisione da sotto fanno entrare in partita in ritardo gli ospiti che però finiscono il primo periodo sotto di sole 5 lunghezze. Il secondo quarto si apre con Pelliccioni che trova il bersaglio grosso aiutato da Rossi e Trastulli in zingarata.

Comincia per la Valdiceppo un periodo ricco di sfide ad alta quota con le migliori squadre del campionato di C Gold. Proprio domani i ponteggiani sono attesi a Matelica dove affronteranno una delle formazione più attrezzate e competitive del girone. Matelica che è reduce da due belle vittorie negli utlimi due turni e che è distanziata  di sole due lunghezze dal duo Valdiceppo-Fossombrone che guida la classifica. Il roster marchigiano infatti è uno dei più lunghi e completi e coach Sonaglia può facilmente mettere in campo quintetti diversi per caratteristiche fisiche e tecniche ma senza mai rinunciare alla qualità degli elementi.
 
La Sicoma che ha superato in casa Bramante Pesaro lo scorso fine settimana è reduce da una settimana di preparazione alla sfida non ottimale per continuità negli allenamenti.

Serviva una vittoria per lasciarsi alle spalle il derby della settimana scorsa e tornare ad aggiungere due punti in questa C Gold dopo che c’era stata qualche sorpresa negli anticipi del sabato. Una reazione c’è stata e alla fine contro Bramante Pesaro i ragazzi di coach Formato hanno regolato abbastanza facilmente gli ospiti in tre quarti. Alla palla a due entrambe le formazioni arrivano piuttosto incerottate: Pesaro in evidente difficoltà con solo 8 uomini a referto. Per la Sicoma invece acciaccati Casuscelli Meschini e Quondam. L’inizio è il classico inizio shock. 0-6 per gli ospiti he approfittano della scarsa intensità della Sicoma. E’ il centro perugino Ouedraogo che però mette in partita i suoi con 8 punti nel pitturato, dove le assenze di Pesaro si fanno evidentemente sentire. Bramante però continua con il suo gioco veloce e fatto di tiri anche con molti secondi sull’orologio dei 24, colpendo da fuori abbastanza indisturbata con Centis e il solito Gnaccarini. 

Serie C Gold - Fontanavecchia, che peccato! Sarno vince solo nel finale

Sconfitta che lascia l’amaro in bocca quella subita in serata dalla Fontanavecchia Casapulla, che in un ‘Palasport’ di via Cannellone gremito in ogni ordine di posto deve arrendersi nel finale al Basket Sarno, una delle compagini più attrezzate della lega.

Primo  quarto molto equilibrato, con Cannavale ed Esposito che portano i salernitani sul 5-0, ma uno strepitoso Olivetti, coadiuvato da Nacca, riesce a tenere a galla i gialloblu, nonostante il talento cristallino di Kalanj. 15-13 alla prima sirena.