UNA GRANDE SACES MAPEI SORBINO TRAVOLGE IL FILA

La Saces Mapei Sorbino torna a Napoli con due punti in più in classifica grazie all’eccellente prestazione vincente sul difficile campo di San Martino di Lupari. Lo fa dominando per 40’ la partita e riuscendo a resistere alle folate offensive della squadra di casa, che in un paio di occasioni è riuscita a pareggiare. La formazione di Molino ha saputo trovare energia e classe da tutte le giocatrici scese in campo, annullando il grave handicap costituito dal doppio forfait di Courtney Williams (non ancora rientrata dagli Usa per un permesso concordato con la società) e Gonzalez (indisponibile in quanto infortunata) prima della gara. Nella vittoria spiccano le prestazioni della MVP Gabby Williams (23 punti e 6 rimbalzi),

valevole per la prima giornata di ritorno del campionato di Serie A1 Femminile “Sorbino Cup”, la Treofan Givova Battipaglia (priva della guardia statunitense Antiesha Brown, ferma a causa di un infortunio) viene superata, in casa, dal Famila Wuber Schio. Allo Zauli, finisce 41-84.    

La cronaca del match.

Nel primo quarto inizio soft da entrambe le parti. Dopo 4 minuti, infatti, il punteggio è di appena 4-2 per Battipaglia. Al quarto minuto, è Battipaglia a provare il primo strappo grazie a due triple di Cremona e Handy (10-4 al 5′).

LA SACES MAPEI GIVOVA SPRECA L’AGGANCIO AL SECONDO POSTO

Partita intensa ed equilibrata quella che Geas e Saces Mapei Sorbino giocano nel PalaNat di Sesto San Giovanni. Alla fine la spunta la squadra allenata da Cinzia Zanotti, che grazie ad un ultimo periodo letteralmente dominato da Brooque Williams vince meritatamente davanti ai propri tifosi. E dire che fino alla fine del terzo quarto le uniche Williams che si erano viste in campo erano state quelle in maglia Dike: Courtney con 21 punti più 9 rimbalzi, e Gabby con 24+12 avevano come al solito offerto due ottime prestazioni, che sembravano potessero essere sufficienti per sbancare il fortino milanese; ed invece il 22-11 a favore della formazione di casa nell’ultimo parziale ha colorato i due punti in palio di rossonero.

Nell’ottava giornata del campionato di serie A1 femminile “Sorbino Cup”, la Treofan Givova Battipaglia, in partita per 30′, cede nel finale e viene superata, a Broni, dalle padrone di casa dell’Elcos Broni che, complice la sconfitta di Schio a San Martino di Lupari, aggancia le scledensi in classifica andando ad occupare, insieme alle campionesse d’Italia, la seconda posizione. Al PalaBrera, il finale dice Elcos Broni – Treofan Givova Battipaglia 72-55. 

LA SACES MAPEI SORBINO ALLA PROVA DI MATURITA' CONTRO IL GEAS

Con una classifica assolutamente sorridente che la assesta saldamente alle spalle del duo di testa composto da Venezia e Schio, la Saces Mapei Sorbino è pronta ad affrontare la seconda trasferta consecutiva dopo aver violato il palazzetto di Vigarano domenica scorsa. Pastore e compagne volano a Sesto San Giovanni per provare a strappare anche al Geas i punti che la porterebbero a quota 14 in graduatoria.

Sarà una partita complicata perchè la formazione di Zanotti rappresenta una squadra costruita per centrare con una certa tranquillità i play-off, e che ha buone possibilità di diventare una mina vagante nella post-season. 

RIPRENDE LA MARCIA DELLA SACES MAPEI SORBINO DOPO LA PAUSA

Vittoria con qualche patema di troppo nel finale, ma dalla trasferta di Vigarano arrivano due punti importantissimi per la Saces Mapei Sorbino di Nino Molino. Con questa affermazione la Dike si assicura il terzo posto in classifica, e domenica prossima ci sarà un altro momento importante di verifica del lavoro messo a punto fino ad ora, ancora in trasferta e questa volta sul campo di Sesto San Giovanni.

Nel settimo turno del campionato di A1 femminile "Sorbino Cup", la Treofan Givova Battipaglia (piuttosto rimaneggiata) viene superata nettamente dalla Reyer Venezia che si dimostra squadra fortissima, meritevole del primato solitario e favorita numero uno alla conquista del titolo. Allo Zauli, finisce 48-82.  

La cronaca del match.

All'inizio del primo quarto si segna pochissimo ... e solo da tre. Al 4', infatti, il punteggio è di 3-6 per la Reyer, grazie alle due triple di Anderson per le ospiti a cui risponde quella di Handy per Battipaglia.

LA SACES MAPEI SORBINO A VIGARANO PER REGALARE UN SORRISO A COACH SCOTTO DI LUZIO

Dopo la piacevolissima pausa di campionato, osservata per permettere alla nazionale femminile allenata da Marco Crespi di agguantare con autorità la qualificazione ai prossimi campionati europei, la Saces Mapei Sorbino affronterà in trasferta la Meccanica Nova Vigarano con in testa un solo obiettivo: consolidare il terzo posto in classifica quando più della metà del girone di andata è ormai alle spalle. La graduatoria finale al termine della prima parte della regular season, è importantissima nell’economia della griglia che definirà gli accoppiamenti per la final-eight di coppa Italia con cui si assegnerà il secondo trofeo di rilievo nazionale.

La società Polisportiva Battipagliese comunica ai propri tifosi che Giovanni Gambarota ed Elisa Policari non fanno più parte delle rispettive squadre. 

Per quanto riguarda Gambarota, la Polisportiva Battipagliese e la guardia pugliese hanno trovato un accordo per la risoluzione consensuale del contratto. A Gambarota, che proseguirà la propria stagione nell’Irritec Costa D’Orlando, il patron Giancarlo Rossini e tutta la PB63 augurano le migliori fortune ringraziandolo per il percorso condiviso insieme.

LA SACES MAPEI SORBINO SI FERMA A 32’’ DALL’IMPRESA

Nella sesta giornata della Sorbino Cup 2018-2019 la Saces Mapei al termine di una gara che lascerà insonne i tifosi per una notte, lascia al Famila Schio vittoria e secondo posto in solitaria alle spalle della Reyer Venezia. Nelle fila della squadra campione d’Italia non c’è Dotto, ma è troppo pesante per la Dike di Molino l’indisponibilità di Courtney Williams ed Isabelle Harrison nell’economia della partita che ha inciso tantissimo nel finale punto a punto.

Il primo quarto è straordinariamente intenso e la Dike lo comincia bene grazie ad una grande Macchi che firma da sola il 5-4 dopo un paio di minuti. Il Famila inizia ad appoggiare il proprio gioco su Gruda e Lavender e mette la testa avanti nel punteggio (7-9), prima che Gemelos sforni l’appoggio del 7-13 di metà tempo.