valevole per la sedicesima giornata (quinta di ritorno) del campionato di serie A1 femminile, la Treofan Givova Battipaglia, autrice di una pessima prestazione, viene sconfitta, allo Zauli, dalla Meccanica Nova Vigarano che si impone con il punteggio di 67-74.

Come detto in premessa, Battipaglia disputa un pessimo match. E lo fa fin dall’inizio e per tutti e 40 i minuti di gioco … 40 minuti costellati da tantissimi errori sia in fase difensiva sia, soprattutto, in fase offensiva. Ma andiamo con ordine.

L’inizio del primo quarto è caratterizzato da ritmi sostenuti, ma da scarsa precisione: tanti, infatti, gli errori al tiro da una parte e dall’altra. I primi scossoni provano a darli le triple di Bocchetti e Handy, ma l’equilbrio permane: al 4′, il punteggio è di 7 pari.  Il primo strappo, però, arriva di lì a poco ed è di marca ospite: è una splendida Sara Bocchetti a propiziare tale strappo. L’impatto sul match della napoletana, infatti, è a dir poco eccellente: 13 punti in 10 minuti e tre triple realizzate … una delle quali con fallo subìto per un gioco da 4 punti realizzato. Dunque, è soprattutto grazie a lei che Vigarano scappa via nella seconda metà della frazione … e, contemporaneamente, è fin da qui che Battipaglia inizia a mostrare le prime crepe … crepe che, nel corso dell’incontro, diventeranno sempre più profonde. Battipaglia, infatti, è scesa in campo senza mordente, distratta e imprecisa, molle e arruffona. A metà del primo quarto, le ospiti sono sul +4 (12-16). All’8′, il vantaggio ospite si è dilatato fino al +12 . Nel finale, la Treofan Givova riduce leggermente lo svantaggio. La prima frazione si chiude sul + 8 ospite (16-24).

Le biancoarancio provano a dare continuità all’accenno di rimonta che aveva chiuso il quarto precedente grazie ad una tripla di Trimboli che porta le padrone di casa sul -5 (19-24). Ma, come detto, Battipaglia è tutt’altro che concentrata e, immediatamente dopo, consente alla giovanissima Natali di ristabilisce le distanze con un tiro da tre (19-27 al 12′). Anche in questo secondo periodo, nel quale si segna poco, Battipaglia non riesce a scuotersi e se torna in scia alle ospiti (al 16′, Vigarano è avanti solo di 3 … 26-29) è perché le ragazze di coach Andreoli vivono anch’esse una fase del match poco brillante. Intanto, una tripla Del Pero significa 29 pari. La partita non è bellissima (vi sono tanti errori) ma è molto intensa. Nel finale della frazione, purtroppo, quando ci si aspetterebbe il sorpasso, Battipaglia torna a commettere errori e ingenuità in serie e l’unico aspetto positivo di un primo tempo estremamente negativo è che la vittoria e Vigarano sono ancora a portata di mano. All’intervallo lungo, le ospiti sono avanti di 3 (31-34).    

L’inizio del terzo quarto è agrodolce per Vigarano: se è vero, infatti, che le ospiti si portano subito sul +7,  è altrettanto vero che Miccoli commette il 4° fallo personale. Intanto, una tripla di Handy riavvicina le biancoarancio riportandole a -4, ma Battipaglia questa sera non c’è proprio e, anche nel secondo tempo, continua a sprecare e a sbagliare tantissimo. Per fortuna della Treofan Givova, però, le ospiti non sono ancora irraggiungibili e tempo e spazio per rimontare ce ne sono ancora. Al 25′, Battipaglia è sul -5 (38-43), ma, a quel punto, Bocchetti si inventa una tripla bellissima che riporta Vigarano sul +8 costringendo Matassini a chiamare timeout (38-46). In uscita dal timeout, le padrone di casa si riportano sotto (-3 al 28′, 46-49). Ma Vigarano, grazie ad una splendida Rakova, non solo non si scompone, ma, anzi, incrementa il proprio vantaggio nell’ultima parte di una frazione in cui le ospiti sono concrete ed efficaci, le padrone di casa (manco a dirlo) imprecise e sprecone. Al 30′, Vigarano si presenta con 7 punti di vantaggio (50-57).

L’ultimo quarto comincia malissimo per Battipaglia ed è degna conclusione di un match giocato malissimo dalle biancoarancio che, nell’ultimo periodo, oltre a sbagliare moltissimo in attacco, in difesa non riescono a contenere la verve delle ospiti che, ancora grazie ad una immarcabile Rakova, nei primi quattro minuti del periodo vanno in fuga (53-65 al 34′). La partita è oramai compromessa … anche perché Battipaglia continua a commettere errori a ripetizione consegnandosi alle ospiti che, nel finale, nei momenti decisivi, giocano con ordine e conservano lucidità. Battipaglia invece, purtroppo, resta negativa fino all’ultimo sprecando malamente anche le ultime possibilità di rientrare in un match che, alla fine, premia, con pieno merito, una Vigarano battagliera e determinata. Per Battipaglia, nulla da salvare in una serata dal rendimento gravemente insufficiente. Allo Zauli, finisce 67-74.

Amaro il commento del patron Rossini a fine partita “Spero che stasera staff e giocatrici si riuniranno per festeggiare questa brillante prestazione. Per fortuna che dovrò assentarmi per qualche giorno … se fossi rimasto qui nei prossimi giorni, non so quante persone sarebbero rimaste a Battipaglia”. 

TREOFAN GIVOVA BATTIPAGLIA

Mataloni 1, Del Pero 12, Handy 16, Simon 26, Trimboli 8, Scarpato N.E., Sasso N.E., Mazza N.E., El Habbab 2, Cremona 2, Panniello. Coach: Matassini. 

MECCANICA NOVA VIGARANO 

Fitzgerald 17, Miccoli 4, Bolden 11, Rakova 16, Bocchetti 16, Gianesini N.E., Natali 6, D’Angelo N.E., Nativi, Fabbri 4. Coach: Andreoli.

Uffficio Stampa Polisportiva Battipagliese

 
Effettua una libera donazione al portale www.campaniabasket.it, con il tuo contributo potrai garantire l'aggiornamento continuo e l'arricchimento ulteriore di foto scattate sui campi di basket.