La Saces Napoli si appresta a disputare il turno infrasettimanale dove fra le mura amiche del “PalaVesuvio” affronterà la temibilissima Orvieto. Ancora senza la Pavel (si sta cercando di recuperarla il prima possibile ma la romena è ancora alle prese con l’infortunio alla caviglia che è ancora gonfia) ma con la Scibelli reduce da una positiva prestazione a La Spezia le ragazze di coach Belfiore cercheranno di ritrovare la vittoria sebbene sia un match difficile. Le umbre infatti si sono rinforzate moltissimo sotto canestro con la Laffi e la Ratti, confermando la Yordanova che sta facendo una buonissima stagione. Da tenere d’occhio anche la guardia tiratrice Spirito, cecchina dalla linea dei tre punti. Si giocherà al consueto orario casalingo, ovvero alle ore 18, con ingresso gratuito. Arbitreranno i signori Rinaldi e Tammaro di Salerno.

Jacopo Giove

Addetto Stampa Saces Napoli

Nuova Pall. Arzano – C. E. Barra 83–69
Parziali:  1° Q: 24 – 19     2° Q: 22 – 17  (46-36)    3° Q: 18 – 22  (64-58)       4° Q: 19 – 11  (83-69)

C. E. Barra: Falanga, Buono 14, Cipollaro 6, Marra 12, Varriale 23, Levano, Montanino 10, Zonda 2, Russo 2, Napolitano. Coach: Falasconi C. Aiuto Coach: Caprio L.

Nuova Pall. Arzano: Tranchina G. 4, De Rosa n.e., Capasso, Costagliola 20, Minervini 18, Fevola 8, Savarese 11, D’Angelo 4, Renella n.e., Suriano 18. Coach: Argento S.  Aiuto Coach: De Martino A.

Arbitri:  SAVARESE A. di S. Anastasia (NA) e OLIVIERO F. di Ercolano (NA)
Segnapunti: Esposito M.    Addetto 24’’: Ciaravolo G.

Note: usciti per falli: nessuno. Fischiato un fallo intenzionale a Buono del Centro Ester Barra. Spettatori: 60 circa.

ARZANO (NA) – Il Centro Ester Barra fa un girone completo di sconfitte incamerando la 7a consecutiva a favore di un grintosissimo Arzano. Ma è stato un CEB in partita quasi fino a meta dell’ultima frazione di gioco allorquando la stanchezza è aumentata e l’Arzano ha avuto vita facile. Un Barra molto più intraprendete in zona punti (con una complessiva percentuale del 44% dal campo) ma poco attento in difesa. Forse con una maggiore concentrazione si poteva portare a casa la vittoria ma una miglior freschezza, abbinata ad ottimo gioco sotto canestro, ha permesso alla squadra dell’ex G. Tranchina di vincere e di vendicarsi della sconfitta dell’andata. Sfida dell’andata ultima vittoria dei rossoblu, ma si spera di recuperare urgentemente gli infortunati Caiazzo, Iervolino e Maisto (assente a questa gara per problemi alla schiena) per avere almeno il roster al completo e dare modo a coach Ciro Falasconi di avere maggiori possibilità nell’improntare soluzioni al gioco.

LA GARA – Il punteggio finale di 83-69 delinea forse ingenerosamente i meriti di un CEB voglioso di vincere che è stato in partita, come detto, fino al 35’ sul risultato di 68-64. Poi la concentrazione si è notevolmente abbassata e l’affievolimento delle forze mentali e fisiche è stato superiore alla voglia di combattere e di non soccombere. Peccato, magari una vittoria poteva dare un po’ di forza psicologica all’ambiente invece si è rimasti con un pugno di mosche in mano e tanto rammarico.
I ragazzi di coach Falasconi entrano in campo molto determinati e si giocano punto a punto primi 10’ gustosi. L’equilibrio si mantiene fino al 5’56’’ sul 12 pari, poi l’Arzano riesce a trovare con buona facilità il canestro con Costagliola, Minervini, Fevola e Suriano e crea un primo margine di +8 (22-14) al 8’25’’. Successivamente capitan Varriale riduce lo svantaggio fino al -5 (24-19) del 10’ grazie ad 3+2 importante.
Nel quarto successivo l’Arzano guadagna qualche altro punto di vantaggio ed il Barra sembra assentarsi da ciò. I locali, pertanto, si portano fino al +14 (40-26) del 14’40’’ grazie ad un bel break il cui contributo lo da anche G. Tranchina. Il Barra non si perde d’animo e si porta a -8 (40-32) del 16’40’’. Svantaggio che raggiunge nuovamente la doppia cifra prima dell’intervallo lungo (46-36).
A far riflettere è l’enorme quantitativo di palle perse (nei soli primi due quarti se ne conteranno ben 15 !!) e ciò rende vita facile agli avversari.
Il terzo quarto è il migliore per il Centro Ester Barra che, grazie a piccoli break, riesce ad avvicinarsi. Lo svantaggio, in seguito, si riduce attorno alle 6 lunghezze di margine (48-43 al 22’22’’ – 55-49 al 25’18’’ – 64-58 al 30’) grazie all’ottimo lavoro di Varriale (suo il contributo di 10 dei 22 punti realizzati), Buono e Marra. Ciò crea le premesse per un ultimo periodo più combattuto.
In effetti le due squadre rientrano sul parquet un po’ con la mano tremolante ed il risultato non si sblocca per i primi 3 minuti. Il Barra avrebbe più occasioni per avvicinarsi ulteriormente ma le spreca. Riesce tuttavia ad avvicinarsi fino al -4 (68-64) del 34’16’’ poi nel momento di maggior importanza non ha la forza di dare il colpo decisivo e lascia spazio alla padrona di casa che piazza un break di 6-0 (74-64) che, di fatto, chiude i giochi.
Ottimo l’arbitraggio da parte del duo Savarese-Oliviero, il primo, in particolare, ha dato molta sicurezza agli atleti scesi in campo.

Il prossimo impegno per il CEB è tra le mura amiche: il 21/11/2010 alle ore 19.00 sono ospiti i giovani ragazzi della Partenope Basket.

Vincenzo Cozzolino

 

MAZZEO SAN SEVERO vs FASTWEB C.MONFERRATO

21/11/2010 - 18:15
PAL.TO FALCONE BORSELLINO
V.le Castellana SAN SEVERO (FG)

1º Arbitro:PASCOTTO MAURIZIO di PORTOGRUARO (VE)
2º Arbitro:CIAGLIA GIANFRANCO di CASERTA (CE)
3º Arbitro:MORELLI DARIO di BRINDISI (BR)

Osservatore:DURANTI BRUNO di CASCINA (PI)
Segnapunti:PANNIELLO ALESSIA SARA di FOGGIA (FG)
Cronometrista:RENDINELLI MARGHERITA di FOGGIA (FG)
24 secondi:RENDINELLI GIUSEPPINA di FOGGIA (FG)

Anticipi televisivi della 8^ giornata di legadue campionato 2010/2011

Diretta Rai Sport  19/11/2010 ore 20:45

Prima Veroli - Immobiliare Spiga Rimini

Diretta Sportitalia2  21/11/2010 ore 17:00

Assigeco Banca Popolare di Lodi - Fileni BPA Jesi

“C’E’ UN PROBLEMA TECNICO E FISICO”
 
 
Lucida, netta, forte, impietosa come deve essere. Questa l’analisi di coach Fulvio Palumbo sulla sconfitta contro la Pool COmense. Si tratta del 4° stop consecutivo per  la Gma Pozzuoli, ma a preoccupare è la modalità della stessa. Dopo un primo tempo positivo anche se, con qualche segnale di crisi sul finire (7 punti in 8’), la squadra flegrea è progressivamente calata sino a crollare sotto i colpi delle avversarie. “Dal 41–40 del 26° è stata proprio una debacle (41–15 il break) – spiega ammette l’allenatore – Dopo l’uscita di Walker (per stanchezza – 24 punti, 17 rimbalzi, 3 palle recuperate in 38’) e Dixon (riacutizzarsi d’un problema ad un piede patito nello scrimmage infrasettimanale con Napoli) le altre giocatrici non hanno dato un contributo e senza di esso ci sono molte difficoltà. Il problema oltre che tecnico è fisico perché il calo è stato evidente contro le lariane così come nel test infrasettimanale (dopo 20’ alla pari, il cedimento). Anche in questa circostanza è coinciso con l’uscita del centro statunitense. E’ un campionato in cui c’è bisogno di carattere e forse noi ne abbiamo troppo poco. Forse anche la scelta di puntare su due play giovani non sta pagando dato il loro scarso rendimento e le sciocchezze che commettono nei momenti topici delle partite. C’è da lavorare. L’unica nota positiva che, quella in Lombardia, era la terza trasferta in 4 turni, ora né avremo 2 interni consecutivi con contendenti che dovrebbero essere alla nostra portata (in ordine cronologico Priolo e Lucca)”. Due match da cui servirà avere risposte da un roster che, contro le nerostellate, ha pagato tantissimo l’uscita dal campo definitiva di Dixon (13 punti, 2 assist ed altrettante palle recuperate) e nelle ultime due gare sta avendo meno da Egnell. “Non era ancora al meglio dopo i problemi avuti nella settimana pre Taranto – spiega il tecnico – Contro le pugliesi c’è l’attenuante d’affrontare una formazione molto forte, contro la Pool Comense per 20’ è stata a guardare, poi è venuta fuori quando l’incontro era già chiuso. Una questione di mentalità”.
 
 
UFFICIO STAMPA GMA POZZUOLI
Andrea Di Natale
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Partenope 59: Esposito, Foa 6, Vallone 16, Marinello 16, Chianchiano ne, Borrelli ne, Latte 9, Morgillo 4, Orsini 6, Scala 2. Coach: Barresi
 
Eosolare Matera 58: Acito 3, D\'Ercole 6, Racanelli 13, Losito 6, Visceglia 9, Skara 15, Vignola 6, Nucci, Silletti, De Bartolo. Coach Cotrufo

Parziali: 11-21; 20-18; 12-7; 16-12

Arbitri Sig. D\'Emilio e Sig. Peluso di Avellino

 

Vittoria al cardiopalma per la giovane Partenope .

La squadra di coach Barresi, vince al fotofinish la gara contro l’Eosolare Matera

Gli ultimi 50 secondi sono davvero da cardiopalma. Marinello realizza due liberi che portano i napoletani in vantaggio di due punti 57-55. L’azione successiva del Matera sembra perdersi per infrazione dei 24 secondi quando il lungo Skara trova un’improbabile tiro dai tre punti che rimbalza sul tabellone e va ad insaccarsi incredibilmente per il vantaggio materano 58 – 57 a sette secondi dalla fine.

Marinello riceve l’apertura e percorre a tutta velocità il campo ma sul tentativo di tiro in penetrazione la difesa riesce ad opporsi negando al pallone la via del canestro, ma il rimpallo favorisce i napoletani che si vedono assegnare la rimessa dal fondo ad un secondo e due decimi dalla fine. Vallone si incarica della rimessa dopo un time-out chiesto da coach Barresi, e lo stesso Vallone con un’intuizione da “rapinatore dei canestri”, riesce a trovare la  vittoria, facendo rimbalzare il pallone sulla schiena del proprio avversario riprendendo immediatamente la palla e realizzando da sotto nello stupore dei materani e facendo esplodere un immenso grido di gioia tra i napoletani.

Ma al di là del funambolico finale la gara aveva visto il Matera comandare spesso nel punteggio grazie soprattutto alle realizzazioni del lungo montenegrino Skara ed ai canestri del giovane Ravanelli. La Partenope rincorreva senza riuscire a operare il sorpasso nonostante spesso arrivasse al minimo scarto dagli ospiti.

Poi a sei minuti dalla fine la gara sembra campbiare ritmo e padrone con i napoletani che mordono in difesa con grande efficacia partendo in contropiede e mettendo a frutto i tanti recuperi con canestri ripetuti in contropiede, fino al rush finale già descritto.

Gioia incontenibile a fine gara per la Partenope che ha mostrato una eccellente difesa ed una grande intensità di gioco ma grande merito va dato anche alla squadra ospite di coach Cotrufo che ha mostrato un’eccellente qualità di gioco.

Ottima la gara tra i padroni di casa di Vallone, ma da rilevare anche le prestazioni di Latte e Marinello, ma tutta la squadra è apparsa tonica e soprattutto mai doma.
Parziali: 14-4; 22-11; 18-9; 16-11.
VBF Casavatore: Esposito M. 7, Tranchina A. 8, Maglione G. 6, Ciullo C. 11, Falconieri A. 8, Aprea C. 11 , Caputo F., Fabriani F. (Cap.) 8, Fiengo M. 9, De Rosa G. 2.
Coach: Andrea Franco.

OMEGA Portici 2000: Aversa, Di Rosa 2, Cicco 4, Capuano 7, Fiorenza 8, Ciaravolo, Nesso 8, Mangiacapre, Finizio 2, Galateo 4,.
Coach: Talamo – Ass. Coach: De Vito

1° Arbitro: AMBROSINO GIUSEPPE di ARZANO (NA) - 2° Arbitro: TREMATERRA ALESSANDRO di NAPOLI (NA)


Usciti per 5 falli: VBF Casavatore:------
PORTICI 2000 :------
Comincia nel migliore dei modi il girone di ritorno del campionato di C regionale per l’AREA 101 Arzano che batte il Centro Ester Barra per 83 – 69.
La partita si dimostra fin dall’inizio molto combattuta. Barra che nel girone di andata batté  la squadra arzanese scende in campo convinta di poter fare altrettanto, ma l’Arzano, cresciuta da allora sia fisicamente che tecnicamente, fa capire subito quali sono le sue intenzioni.
Infatti punto dopo punto i ragazzi di coach Argento si portano subito in vantaggio, chiudendo il primo quarto con più 5 e il secondo con più 10, andando all’intervallo lungo col punteggio di 46 – 36.
Tornata in campo l’Arzano perde leggermente in difesa, facendo segnare il parziale del terzo quarto a favore della squadra ospite. Ciò però non cambia molto il prosieguo della partita. I ragazzi arzanesi continuano nell’ultimo quarto a racimolare punti, chiudendo così il match a proprio favore.      
Ancora una volta Arzano convince tutti dell’ottimo lavoro che sta facendo, dimostrando sempre più di essere una squadra competitiva e capace di poter agganciare importanti traguardi.
Nel prossimo match l’AREA 101 Arzano affronterà la Pallacanestro San Michele a Maddaloni il 20 novembre.

AREA 101 Arzano: Capasso P., Costagliola D. 20, De Rosa M., Fevola M. 8, Minervini F. 18, Renella E., D’Angelo N. 4, Savarese G. 11, Suriano C. 18, Tranchina G. 4.
Coach  Stefano Argento – Ass. coach  Antonio De Martino

Centro Ester Barra: Falanga, Buono 16, Cipollaro 6, Marra 10, Varriale 23, Levano, Montanino 10, Zonda 2, Russo 2, Napolitano.
Coach  Falasconi   –  Ass. coach  Caprio

Ufficio stampa
AREA 101 Arzano
Nell’ottava giornata del girone B del campionato di serie C Regionale, continua la marcia trionfale dell’Euro Service Benevento della presidentessa Fontana e di coach Patrizio che, al Pala Parente, ha superato agevolmente il Basket Pianura Napoli con il netto punteggio di 90-60, in una gara senza storia sin dai minuti iniziali. In vista delle prossime due difficili trasferte contro il Basket Scafati e contro la Nuova Polisportiva Stabia, il tecnico sannita ha sfruttato questo incontro per provare nuovi interessanti schemi di gioco e per rafforzare l’amalgama tra gli atleti Under e Senior, notevolmente migliorata rispetto alle prime partite di campionato. Nel primo quarto, inizia subito bene la compagine beneventana, che va subito in vantaggio con un perentorio 20-12. Nel secondo parziale, vi è l’ottima reazione del team napoletano, che non permette ad Accettola e compagni di ampliare ulteriormente il proprio vantaggio. Si va al riposo sul 36-28. Nella terza frazione di gioco, la squadra di casa realizza il break decisivo, fissando il punteggio sul 67-43. Nel quintetto locale, bisogna menzionare l’ottima prestazione del giovane pivot Cavallaro, miglior cannoniere del match con 27 punti all’attivo, e le buone prove di Accettola, Visnic e Guida, tutti e tre in doppia cifra rispettivamente con 13, 12 e 12 punti. Il forte pivot serbo è stato utilizzato poco in questa gara, proprio per averlo al meglio della condizione nelle due delicate prossime trasferte. Nell’ultimo parziale, l’Euro Service Benevento gestisce ottimamente il match, chiudendolo vittoriosamente con il risultato di 90-60. Al termine della partita, coach Patrizio, dopo essersi complimentato con la coriacea compagine partenopea, ha presentato i prossimi due match di campionato, contro lo Scafati e contro la Nuova Polisportiva Stabia, entrambe due ottime formazioni, sostenute calorosamente dai propri pubblici che, sicuramente, rappresenteranno il sesto uomo in campo in questi difficili incontri. Con questa vittoria, l’Euro Service consolida il primato nel girone, conservando sempre due punti di vantaggio sul Basket Senise Potenza, in un’affascinante sfida a distanza, che vedrà il proprio epilogo giovedi 9 Dicembre, alle ore 20, giornata nella quale ci sarà l’atteso return-match della partita di andata, vinta dagli atleti beneventani.


Ecco i parziali del match Euro Service Benevento- Basket Pianura Napoli: 90-60 ( 20-12, 16-16, 31-15, 23-17)


Euro Service Benevento: Guida 12, Aguirre 9, Prosperi 2, Izzo 4, Visnic 12,Accettola 13, De Martino 3, Illiano, Niccolai 7, Cavallaro 27. All. Patrizio


Classifica Girone B:


Euro Service Benevento 16

Senise Potenza 14

Scafati 8

Santa Maria a Vico 8

Nuova Pol. Stabia 8

Basket Telese 6

Meomartini 2

Pianura 2


GIANLUCA MARTONE DI BENEVENTO FREE