Casapulla, l’entusiasmo di Pavone:

“La vittoria nel derby grande soddisfazione, con Bellizzi serve un’impresa”

Domenica scorsa si è scritto un altro bellissimo capitolo della meravigliosa favola del Basket Casapulla. La Fontanavecchia, infatti, è riuscita a battere nuovamente il San Michele Maddaloni dopo aver espugnato il ‘PalAngioni Caliendo’ all’esordio in campionato, imponendosi su un team che può vantare cestisti del calibro di Orefice, Filippi e Ragnino, atleti in grado di ben figurare anche in Serie B.

UNA GRANDE SACES MAPEI SORBINO TRAVOLGE IL FILA

La Saces Mapei Sorbino torna a Napoli con due punti in più in classifica grazie all’eccellente prestazione vincente sul difficile campo di San Martino di Lupari. Lo fa dominando per 40’ la partita e riuscendo a resistere alle folate offensive della squadra di casa, che in un paio di occasioni è riuscita a pareggiare. La formazione di Molino ha saputo trovare energia e classe da tutte le giocatrici scese in campo, annullando il grave handicap costituito dal doppio forfait di Courtney Williams (non ancora rientrata dagli Usa per un permesso concordato con la società) e Gonzalez (indisponibile in quanto infortunata) prima della gara. Nella vittoria spiccano le prestazioni della MVP Gabby Williams (23 punti e 6 rimbalzi),

valevole per la prima giornata di ritorno del campionato di Serie A1 Femminile “Sorbino Cup”, la Treofan Givova Battipaglia (priva della guardia statunitense Antiesha Brown, ferma a causa di un infortunio) viene superata, in casa, dal Famila Wuber Schio. Allo Zauli, finisce 41-84.    

La cronaca del match.

Nel primo quarto inizio soft da entrambe le parti. Dopo 4 minuti, infatti, il punteggio è di appena 4-2 per Battipaglia. Al quarto minuto, è Battipaglia a provare il primo strappo grazie a due triple di Cremona e Handy (10-4 al 5′).

LA GIVOVA LADIES SI RINFORZA E COMUNICA L’ARRIVO DALL’OLIMPIA CAPRI DELLA PLAY-GUARDIA, CLASSE 1999, CHIARA PASTENA.   

 

Nuovo arrivo in casa NeroArancio con la società del giemme Maurizio Prete che aggiunge un tassello al proprio roster ingaggiando la play-guardia Chiara Pastena. Nata a Napoli il 26 dicembre del 1999, Chiara ha da poco festeggiato il suo diciannovesimo compleanno, e il 2019 le ha portato in dono la nuova avventura cestistica con la casacca del Free Basketball Givova Ladies.

“Prima di tutto ci tengo a ringraziare la mia nuova società per avermi permesso di iniziare questo nuovo percorso della mia carriera. Aggiungo che sono contenta di come sono stata trattata nei team dove ho giocato finora e di quelle esperienze conservo bellissimi ricordi” queste le prime parole della nuova play guardia nero arancio.

IN CASA GIVOVA LADIES, LA SOCIETA’ COMUNICA LA RISOLUZIONE

DELLE PRESTAZIONI SPORTIVE CON LE ATLETE SHARON BAGLIERI E ROBERTA DENTAMARO

 

Tornate in campo per gli allenamenti settimanali in vista del match di Ariano Irpino di domenica 13 gennaio che aprirà il nuovo anno sportivo, in casa Givova Ladies si pensa già al prossimo futuro ma con un piccolo sguardo al recente passato.

valevole per la quindicesima ed ultima giornata di andata del campionato di serie B maschile “Old Wild West” la Treofan Givova Battipaglia viene superata, al PalaValenti di Capo D’Orlando, dai padroni di casa dell’Irritec Costa D’Orlando, chiudendo a 0 punti il girone d’andata. Risultato finale: 103-57.

Che Battipaglia stia vivendo una stagione assai complicata non è una novità. Così come non giunge sorprendente la sconfitta rimediata in Sicilia. Quello che, però, è bello e giusto sottolineare è che la Treofan Givova Battipaglia non solo sta onorando il campionato provando, nei limiti delle sue possibilità, a giocarsela senza regalare punti … ma, soprattutto, sta mettendo in evidenza dei giovani molto interessanti che, si spera, rappresenteranno una ventata d’aria fresca che diraderà le nubi del presente scrivendo un roseo futuro. 

La GeVi Napoli chiude il girone d'andata con una vittoria: battuta Catania 79-69




La Generazione Vincente Napoli Basket inaugura il 2019 con una vittoria, battendo l'Alfa Basket Catania col punteggio di 79-69 nel match valevole per la quindicesima giornata di Serie B Old Wild West.

Dopo una settimana tribolata, Napoli si presenta al match con Milani e Guarino a mezzo servizio: in quintetto ci sono Erkmaa, Chiera, Di Viccaro, Dincic e Malagoli. Partita in grande equilibrio sin dall'inizio con Napoli che gioca bene guidata da Chiera e Di Viccaro, ma che non riesce ad arginare l'esuberanza degli avversari. Dopo i primi due quarti punto a punto,

Terna con una sconfitta il girone d'andata della Virtus Bava Pozzuoli in casa della corazzata Virtus Arechi Salerno. I flegrei ancora in formazione largamente rimaneggiata, senza Bini e Tessitore in panchina solo per onor di firma e ancora infortunati, resistono un tempo ma, poi, devono arrendersi cedendo alla fine all'esperienza degli avversari, seconda forza del campionato. Non bastano le ottime prove di Carrichiello, miglior realizzatore dell'incontro con 22 punti, ben 11 rimbalzi e 21 di valutazione e del play Dimarco che realizza 15 punti e smista molti assist. Non hanno brillato, invece, soprattutto al tiro il capitano Errico, Longobardi e Caresta. Il primo canestro del match è ad opera dei padroni di casa con Sanna a cui risponde subito Dimarco. Poi, due triple di Carrichiello portano Pozzuoli sul 6-10 al 6'. Poi, c'è il sorpasso di Salerno con una bomba di Dimarco che chiude il primo quarto (15-14).

In questa fredda Epifania arriva il primo sigillo del nuovo anno per la Sicoma Valdiceppo che supera Pesaro e consolida il primato in classifica. Dopo la sconfitta di Lanciano contro Perugia di sabato sera, l’occasione per allungare in vetta era troppo ghiotta per farsela sfuggire. Il prepartita per i ponteggiani però non è dei più promettenti in quanto sia capitan Casuscelli che il centro Ouedraogo sono costretti a chiamarsi fuori dal match; uno per una forte forma influenzale e l’altro per un problema fisico dell’ultimo minuto. Pesaro poi si presenta al Pala Cestellini con la voglia di invertire la strisce negativa di due partite e dai primi minuti si intuisce che non sarà una sfida facile. Il primo quarto è sostanzialmente equilibrato e condizionato dai tanti liberi che dopo un inizio in sordina riportano Pesaro sul 22-20 a fine periodo. Seconda frazione che si apre con Speziali, Peychnov e Meschini che vanno a segno dalla lunga distanza e la Sicoma prova a scappare. Pesaro si affida a Vichi e Cecchini e non perde troppo contatto. All’intervallo lungo siamo sul più 10 Valdiceppo a quota 46-36.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. 
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookie.
Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.